Questo è il luogo del non detto

Un prato incolto, erba alta struscia

Un’abazia sul monte al vento, scalinate

Un tempio, una maestro zen mi vede

Un cero apre al tempo

Questo è il luogo del non detto

Quando foglie fremono al tuo passo

Quando dai camini il fumo bianco

Quando nel mio piatto il tuo cibo

Quando faccio e non lo so come

Quando nel sorriso si perde il mondo

Questo è il luogo del non detto

Di un capotto messo svelto

Di un braccialetto che batte al marmo

Di un sospiro dormiente all’alba

Di una tv accesa sul silenzio tutto.